Rilascio di XDams Opensource

Ieri sera è stato rilasciato XDams 1.0 OSS. L’annuncio:

È disponibile da oggi la versione Open Source della piattaforma archivistica xDams.
La versione rilasciata comprende il modello dati dell’archivio storico, codificato secondo EAD, il modulo soggetti produttori e gli authority codificati in EAC-CPF.
Con la piattaforma esce anche il sito xDams.org: il luogo dove trovare tutte le informazioni e gli approfondimenti necessari nonché la descrizione completa delle caratteristiche e delle funzionalità del software.
Disponibili sul sito, nella sezione documentazione, il manuale utente, il glossario dei comandi e la guida all’installazione.
Sono stati inoltre attivati tre forum di discussione per garantire  un’assistenza completa agli utilizzatori: Installing xDams | Sviluppa su xDams | Parlando di archivi (su archivi, standard e modelli descrittivi).

Due parole su Archimista e XDams: entrambi riguardano il data entry di descrizioni archivistiche. Il data esci, inteso soprattutto come interrogazione via web, nel caso di XDams è creato ad hoc per il singolo archivio (o conservatore) sfruttando le varie API (che immagino saranno a breve documentate) mentre per Archimista tocca aspettare fiduciosi la convenzione tra Regione Lombardia e Politecnico di Milano (di cui avevo accennato qui).

Tuttavia sono software molto diversi, non solo lato tecnico (comunque anche questo aspetto molto interessante nella diversità di approccio): Archimista lo vedo più come un software per il lavoro sul campo, ottimo per il data entry rapido soprattutto su archivi non ordinati. XDams lo vedo più come una piattaforma pensata per la pubblicazione di dati, specialmente per soggetti conservatori quindi con una pluralità di archivi. Certamente non è solo questo, ma diciamo che se dovessi indicare delle differenze partirei da questo punto.

Magari poi i due prodotti si integreranno in qualche modo (non credo che ci sarà scambio di codice, permesso dalle licenze compatibili GPL2 e superiori per Archimista e GPL3 per XDams, ma improbabile visto i linguaggi diversi… ma integrazioni, scambi di idee etc perché no).

E poi, fossero anche due prodotti identici (e non lo sono) io sono della filosofia che non vede nel moltiplicarsi di prodotti open una debolezza, anzi.

Un’importante differenza va però sottolineata: XDams ha già una solida azienda che offra servizi su questo software (Regesta.exe) che questo fa da anni. In futuro, è la logica dell’open source, altre ditte potranno offrire servizi su XDams, ma già ora una ditta c’è.

Su Archimista questo non c’è ancora. Sicuramente i ragazzi di codexcoop sono disponibili per eventuali corsi, contratti di assistenza etc., ma viste le dimensioni della cooperativa ipotizzo che siano necessarie una o più aziende che offrano servizi su Archimista a livello nazionale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...