Corso e-learning su Archimista

Dal 22 maggio partirà un corso e-learning su Archimista. Organizzato da me e dall’Istituto Centrale per gli Archivi.

Trovate qui https://dl.dropboxusercontent.com/u/367970/Corso_e-learnig_archimista.pdf tutte le informazioni la scheda per l’iscrizione direttamente online.

Perché visto che avevo detto che Archimista come progetto non mi interessava più (motivo per cui non intervengo nemmeno sul relativo forum) ci ritorno con un corso gratis? Perché volevo regalare un corso ai soci ANAI (poi per motivi organizzativi è stato organizzato con altri e aperto a tutti) e Archimista era un buon caso che presentava meno difficoltà di creazione e di organizzazione (è stato comunque un parto) rispetto, che ne so, a un corso sulla digitalizzazione. Ma in futuro spero di poter replicare l’iniziativa in altri campi, per quel poco, pochissimo che so.

Unico caveat: il corso è gratuito, ma i posti sono limitati. Personalmente sono un fan dei MOOC (Massive Open Online Course) e mi sono iscritto a decine di corsi, senza però terminarne nessuno. Nel nostro caso manca la M di massive e proprio perché i posti sono limitati chiederei a chi è interessato di valutare seriamente se riuscirà ad avere il tempo di usufruire del corso per evitare il rischio di togliere inutilmente un posto ad altri.

Qui però voglio parlare soprattutto di com’è nato e dell’esperienza nel costruire questo corso e della “lezione” che ho imparato da questa prima esperienza.

A marzo di quest’anno mi hanno convinto a iscrivermi all’ANAI (la “colpa” è soprattutto di chi mi ha fatto notare che non ci si iscrive per sé stessi ma anche per gli archivisti liberi professionisti che hanno maggior bisogno di tutela).

Fedele al motto Kennediano “non chiederti cosa il tuo paese può fare per te, chiediti cosa puoi fare tu per lui” mi sono chiesto cosa potessi fare per l’ANAI o meglio per i soci (parlando con diversi responsabili mi sembra che ci sia quasi una dicotomia tra soci e associazione… dal mio punto di vista un’associazione esiste solo per i soci ed è i soci non un’entità a sé stante… ma su questo ci tornerò in seguito).

E allora mi è venuta l’idea di regalare (soprattutto) ai soci, quel poco (davvero poco) che so. Organizzando alcuni corsi e-learning.

L’idea è stata condivisa sia negli intenti che nella passione dai soci ANAI Lombardia Sergio Primo Del Bello e Bernardino Pasinelli, che ringrazio per la loro disponibilità. Purtroppo non si è riusciti ad organizzarlo come ANAI Lombardia, ma ci saranno altre occasioni.

Alcuni punti che ho imparato da questa esperienza:

  • se ci si mette a calcolare seriamente i costi di un corso del genere, se si vuole prevedere anche una “segreteria” per la gestione delle iscrizioni e richieste varie, questi ha un costo superiore a quello che mi aspettavo. Certamente qui l’economia di scala la fa da padrona. Se organizzare e costruire un corso del genere ha un costo X replicarlo 10 volte costa molto meno che 10X. Sia dal punto di vista intellettuale sia lato piattaforma. Parlando della piattaforma sarebbe bello che i corsi e-learning nel nostro mondo dei beni culturali si diffondessero e che l’ANAI si dotasse di una piattaforma e-leorning. O forse direttamente il MAB (a che serve se non a progetti simili?), abbattendo i costi
  • anche se è un corso online, per organizzarlo ufficialmente bisogna comunque coordinarsi con molte istituzioni. E questo per me è uno strazio (immagino per colpa mia e del mio carattere), oltre che essere (in termini di tempo) un costo non indifferente. Per fortuna il progetto è stato abbracciato e condiviso nei suoi intenti dall’Istituto Centrale per gli Archivi
  • i moduli di google sono perfetti per fare domande di iscrizioni. Mi chiedo perché non ce ne sia un uso massiccio e ci siano ancora molti casi in cui la scheda di iscrizione si chiede di inviarla via FAX (??)
  • I LMS (Learning Management System come moodle) a un primo approccio sembrano un po’ rigidi e ridondanti, ma se integrati con altre fonti (come video, videochat streaming e forum, che in questo caso sono esterni per soli motivi di banda ma potrebbero essere caricati direttamente sulla piattaforma) si riesce a replicare un’esperienza soddisfacente (almeno credo) per l’utente
  • Sicuramente devo approfondire meglio molte funzionalità dei LMS (soprattutto lato quiz, navigazione condizionale e interazione direttamente sulla piattaforma)
  • il bello di questi corsi è la riusabilità… abbiamo impiegato un numero enorme di ore a fare test, ma questo rimarrà per eventuali prossime volte, così come i video che potranno essere consultati anche in futuro…

Insomma per me è stata una bella esperienza. Spero lo possa essere anche per chi parteciperà al corso.

2 pensieri su “Corso e-learning su Archimista

  1. bellissima iniziativa Alfredo…ce ne fossero persone come te che mettono il proprio sapere…poco o tanto non importa a disposizione degli altri!!! Complimenti! Stefania

  2. Ciao.Dovevo premiare 15 blog tra quelli che più mi piacciono.e ho scelto il tuo.Per capire di cosa si tratta vai sul mio blog e leggi l’articolo Very Inspired Blogger Award!ciao Stefy e ….complimenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...