Archimista tips & tricks #12: generare automaticamente le segnature (script)

Un’utile funzione di Archimista è quella di generare automaticamente la segnatura definitiva a partire dai campi busta e fascicolo.

Una delle richieste più comune da parte degli operatori sul campo è quella di poter applicare questa funzione su un intero fondo e quella di poter cambiare le etichette usate per busta (b.) e fascicolo (fasc.) eventualmente anche per forzare l’utilizzo nei casi in cui non ci sia una busta in gioco.

Ecco un semplicissimo script che fa proprio questo. Come funziona?E’ molto più semplice del precedente. Ma ecco il solito domande e risposte:

D: Cosa devo fare per usare lo script?
R: Scaricare lo script, copiarlo in una cartella, ad esempio quella di Archimista.
Aprirlo con un editor di testo, ad esempio notepad++
Leggere i commenti (le parti dopo #), in particolare la parte iniziale dove bisogna dichiarare le variabili. Se non le si inserisce tutte lo script non parte. Le variabili sono:

dbname cioè dov’è il database di archimista da usare. L’indirizzo pre-inserito è giusto se si sta usando una macchina windows a 64bit e si è installato Archimista nella posizione di default.  Su una macchina a 32bit sarà c:/Program Files/Archimista/application/archimista.db. Nota bene Ruby vuole l’uso della slash (/) invece del backslash (\) tipico di Windows.

fond_id ossia l’id del fondo su cui vogliamo operare. Come lo ricavo? Invece di lanciare archimista dall’icona aprite un qualunque browser e collegatevi all’indirizzo localhost:3000. Vedrete la maschera di login di Archimista. Del resto l’icona non fa altro che collegarsi a quell’indirizzo interno al vostro computer. Ora navigate nel fondo su cui volete operare. Nella barra degli indirizzi avrete qualcosa come http://localhost:3000/fonds/9530/treeview. Ecco il numero dopo fonds è il vostro id del fondo (in questo caso 9530).

folder_prefix il prefisso che vogliamo compaia davanti al numero della busta, di default b.

file_prefix il prefisso che vogliamo compaia davanti al numero del fascicolo, di default fasc.

Ok questi sono i parametri di base per avviare lo script avviare il prompt dei comandi di windows, spostarsi dove si è salvato lo script e avviarlo con il comando

ruby.exe create-reference-folder.rb

se non avete ruby.exe nel path vi dirà che non conosce il programma, allora dovete dargli il percorso completo… tenendo conto che ruby è dentro la cartella ruby\bin che sta a sua volta dentro Archimista. Quindi il comando potrebbe essere qualcosa come

"C:\Program Files (x86)\Archimista\ruby\bin\ruby.exe" create-reference-folder.rb

D: Ma mi brasa anche le segnature definitive quando non ho il numero di busta e fascicolo?
R: No, interviene solo quando SIA il numero di busta SIA di fascicolo sono presenti

D: E se volessi fare il controllo solo su un campo (esempio busta) in modo da forzarlo e usarlo nei casi di volumi?
R: Va cambiata la query a riga 20 eliminando folder_number != ” e di conseguenza va cambiata la generazione della segnatura definitiva in riga 24

D: Perché non lo hai integrato direttamente all’interno del programma?
R: Perché per integrarlo diventa più complicato, c’è da inserire il pulsante (dove?) etc. Così sono due righe di codice.

D: Funziona anche su linux e Mac?
R: Il 99% si. Ovviamente indicando opportunamente i percorsi nelle variabili. Potrebbe essere necessaria qualche piccola modifica per adattarlo a database diversi da sqlite (ma a naso credo basti cambiare la riga 17 dove viene caricato il database)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...