DigiDISCo2BOA – Claudio Venturini

Vedi gli altri interventi di softxbib 2011

BOA (Bicocca Open Archive) è il repository istituzionale dell’Università di Milano Bicocca nato nel 2008 e che per sua natura ospita documenti di varia natura (per informazioni maggiori su BOA vedi i vari interventi di Bonaria Biancu).

Prima di BOA c’erano già diversi archivi bibliografici in particolare il dipartimento di informatica (DISCo – dipartimento che, per inciso, mi ha tentato molto questa estate per una nuova ennesima laurea) usa tuttora DigiDISCo una digital library (nel senso di digitale nativo) sviluppato ad hoc che viene utilizzata anche per statistiche e valutazioni sulla ricerca e come aiuto nelle scelte sugli sviluppi da prendere.

Continua a leggere

Mettiamo ordine negli armadi: l’organizzazione del filesystem

In precedenza ho parlato delle strategie per scegliere il nome dei propri file (si noti che le strategie possono variare da situazione a situazione, ad esempio per le bollette ha senso che la data sia il primo elemento, mentre magari in altri casi si vuole ordinare prima per titolo e solo dopo per data).

Una buona strategia per ordinare le proprie cravatte (calzini, intimo… sì insomma i file) all’interno dei cassetti è inutile se non si sa in quale cassetto trovare l’indumento necessario. C’è la necessità quindi di strutturare la proprio organizzazione di cartelle in modo da saper sempre che armadio aprire.

Continua a leggere

Appunti su come chiamare i propri file

Quest’anno per un corso sulla conservazione digitale  per la fondazione Rinascimento Digitale, mi sono trovato a riflettere sulle strategie che più o meno inconsciamente metto in atto per organizzare i miei documenti.

Una questione interessante, soprattutto nei progetti in collaborazione che richiedano il continuo scambio di versioni e di modifiche, riguarda le “regole” sul file naming: detto in poche parole come chiamare i propri file.

Continua a leggere