DigiDISCo2BOA – Claudio Venturini

Vedi gli altri interventi di softxbib 2011

BOA (Bicocca Open Archive) è il repository istituzionale dell’Università di Milano Bicocca nato nel 2008 e che per sua natura ospita documenti di varia natura (per informazioni maggiori su BOA vedi i vari interventi di Bonaria Biancu).

Prima di BOA c’erano già diversi archivi bibliografici in particolare il dipartimento di informatica (DISCo – dipartimento che, per inciso, mi ha tentato molto questa estate per una nuova ennesima laurea) usa tuttora DigiDISCo una digital library (nel senso di digitale nativo) sviluppato ad hoc che viene utilizzata anche per statistiche e valutazioni sulla ricerca e come aiuto nelle scelte sugli sviluppi da prendere.

Continua a leggere

Annunci

Tecnologie di gestione dei flussi documentali applicate ai documenti digitalizzati (DolFin) – Pierluigi de Cosmo

Vedi gli altri interventi di softxbib 2011

DoLFin (Document Look FINder) è un prodotto di Infologic che era già stato presentato nel 2007 su Biblioteche Oggi.

Lo slogan è “dal digitalizzato al digitale” ossia si occupa di tutta quella fase che avgviene dopo la digitalizzazione: una volta che abbiamo i nostri bei TIFF ad alta qualità dobbiamo descriverli, strutturarli e, soprattutto, metterli a disposizione (in vari modi).

I vari modi dipendono dalle finalità e dai servizi che si vogliono offrire: visione, stampa, stampa ad alta qualità per opere commerciali etc.

Continua a leggere

DiscoveryNG3 – Dario Rigolin (Comperio)

Vedi gli altri interventi di softxbib 2011

Avevo letto della sua presentazione già su In the mood for library, blog di Giulio Bonanome.

Nota a margine, Dario utilizza un portatile dell XPS M1330 come il mio lilith.

Lasciando perdere il gossip, Dario presenta discoveryNG3, un opac di nuova generazione che si integra con altri servizi di Comperio come il gestionale ClavisNG (disponibile su sourceforge nella versione Community Edition con licenza AGPLv3) o con le pagine del sito della biblioteca gestite tramite CMS.

Continua a leggere

InternetFuture

Vedi gli altri interventi di softxbib 2011

Internetfuture è uno strumento hardware e software per fornire l’accesso internet agli utentidi una biblioteca.

Leggi anti-terrorismo (che forse spariranno) a parte, il problema è garantire la sicurezza, la privacy etc, oltre che la gestione e l’integrazione con altri servizi (gestione stampe, autenticazione tramite CRS etc).
Continua a leggere

RDF & Open Linked Data un primo approccio – THGenius la ricerca nel web semantico – Tiziana Possemato @Cult

Vedi gli altri interventi di softxbib 2011

Si parte dagli obiettivi della ricerca bibliografica (il caro vecchio FRBR con l’aggiunta, ormai consolidata, del browsing a completare i fantastici 4 find, identify, select e obtain).

La considerazione di partenza è che gli utenti usano il web invece della biblioteca, l’obiettivo è dunque aumentare il feeling fra biblioteca e web.

THGenius gestisce SKOS, FOAF, RDF/DC che è il formato principe per aprire il mondo del catalogo al web.

L’idea (beh direi ormai abbastanza nota) è quella di esporre i dati della biblioteca nel web non più come un catalogo monolitico, ma come linked reference, puntatori a diverse risorse.

Continua a leggere

Bibliostar 2011 – SoftxBib 2011

Quest’anno un convegno delle Stelline in tono minore sia come partecipazione, sia per quanto riguarda i temi.

A differenza degli altri anni, a causa di assenza di connettività, non sono riuscito a proporre un blog in diretta.
Recupero con un breve riassunto postumo sulla rassegna annuale di software italici lato biblioteche. Quest’anno la carrellata prevedeva:

Questa volta ho preso quanlche appunto in più del solito, con qualche considerazione aggiuntiva, per cui cercherò di dedicare un post a ogni intervento. Aggiornerò questo inserendo i link.

Stay tuned

A presto le slide sul sito AIDA, nel frattempo ecco i resoconti.